wE aRE iN dANGER!

  • 4e3484fbfa40b4e1-013.jpg

    Il 6 Dicembre alle ore 21.00 nello spazio M2 del Teatro Massimo
    ci sarà l'atto #013 della rassegna
    wE aRE iN dANGER!

    Avremo come ospiti:

    SALIS/FERRAZZA DUO
    L;ç°°ç
    SPIRITI (Dalila Kayros e Danilo Casti)

    wE aRE iN dANGER è il risultato di un percorso di ricerca sonora condotto dal collettivo “Betty’s Turquoise Chain” che promuove la cultura “underground” di tipo elettronico-performativo. Nel periodo che va dal 2014 al 2018, il collettivo ha organizzato una serie di eventi nello spazio “Nuovo Panificio” nel quartiere di Villanova a Cagliari, in cui si è creata una vera e propria rete di artisti a livello internazionale.
    Nato come incontro informale tra artisti del suono, si è successivamente trasformato in un evento a cadenza casuale di sperimentazione artistica multidisciplinare (musica, arti visive e performance).

    “Sentirsi in pericolo è ormai una condizione irriducibile della nostra esistenza.
    Quindi:
    Non ci sono regole.
    Non ci sono orizzonti.
    Non ci sono limiti.
    Necessità di condurre un percorso estremo.”
    ____________
    INGRESSO GRATUITO
    ____________

    SPIRITI
    Dalila Kayros: voce
    Danilo Casti: Elettronica
    Manuel Carreras: Luci

    Spiriti di remota reminiscenza abitano spazi e architetture abbandonate. Residui di una memoria ancora impregnata dal desiderio di essere. Movimenti sonori si liberano nell'aria, echi lontani evocati da voci granulari. Frammentati i ricordi, frammentate le tracce sonore che gli accompagnano.
    SPIRITI è un progetto sviluppato durante una residenza artistica nella galleria SPRITEN a SKIEN in Norvegia.

    Dalila Kayros
    Musicista, compositrice, ricercatrice vocale.
    Dal 2013 attiva nella scena sperimentale italiana ed europea. Nel 2013 pubblica il suo primo album solista NUHK (dENrecords) e il secondo TRANSMUTATIONS [I] il 6 marzo 2018. Ha supportato artisti come Lydia Lunch e Author&Punisher.
    Diverse collaborazioni con artisti come: Combat Astronomy, Yugen, Nichelodeon/inSONAR (Claudio Milano), Francesco Zago, Danilo Casti, Stefano Ferrian e altri. Oltre il suo progetto solista, è in attivo con il gruppo SYK, (definito da Ear Split come ''extreme avant-garde metal'') con il quale ha pubblicato l'album I-OPTIKON per l'etichetta HousecoreRecords di Philip H. Anselmo. SYK ha presentato il suo lavoro per tutta Europa condividendo anche il palco con la band Child Bite (Detroit)
    Ha supportato artisti quali GODFLESH, Rotten Sound, Pssessed e altri. www.dalilakayros.com/

    Danilo Casti
    Danilo Casti, musicista e compositore elettroacustico in attività dai primi del 2000. Il suo percorso musicale inizia con il punk-hardcore, passando il noise, la glitch music, la musica acusmatica e la musica elettroacustica. Applica le sue ricerche musicali spaziando dal teatro di ricerca, alla danza contemporanea, al video e all’installazione. Partecipa a diversi festival di musica elettronica, teatro e danza in tutta Europa, negli USA, in sud est Asiatico e in Giappone. Ha collaborato con artisti da tutto il mondo sia nell’ambito musicale, teatrale e dell’audiovisivo. Ha organizzato la prima edizione del fe- stival EnToPan nel 2003 a Londra presso Foundry, del festival Multiversal EXP-OFF e la rassegna wE aRE iN dANGER a Cagliari.
    www.danilocasti.com


    ----------------------------------------------------------------
    Ferrazza/Salis Duo
    Il duo nasce dall’incontro tra Giacomo Salis, percussionista, e Marco Ferrazza, musicista elettronico. L’ambito di intervento è quello dell’improvvisazione radicale, all’interno del quale si relazionano suoni di altezza indefinita, suoni tessiturali, gestualità nonché la continua ricerca di forme sonore in divenire.
    La qualità timbrica della performance scaturisce spesso dall’attività di imitazione-contrasto che i due esecutori praticano durante il concerto. In questo senso, un set essenziale, costituito da un floor-tom, un piatto e un laptop, non è solo una scelta della ricerca espressiva dei due musicisti, ma risulta essere funzionale al risultato sonoro complessivo, capace di essere al tempo stesso scarno e coinvolgente.
    Giacomo Salis
    Batterista e percussionista da sempre interessato al rapporto musica e immagine.
    Ha fondato il progetto Lady Radiator, le cui sonorizzazioni del lungometraggio di David Lynch “Eraserhead”, sono state presentate in vari festival tra cui “Signal”, “Solo il mio nero”
    e “L’ immagine del suono”. Parallelamente all’attività da percussionista e noiser, si occupa
    di musica applicata e sonorizzazioni. Collabora con il regista Enzo Cillo, di cui ha curato la musica dei lavori “Slow”, “In the deep and dark part of the night”, “Light Night”, “ Ippodromo”, presentati in vari festival. Ha curato anche le musiche del cortometraggio “l’Autobus” di Giovanni Columbu, e del corto “Welcome Home” di Jule Körperich. E per, il teatro, le musiche dell’esito scenico di Caterina Ghidini dal titolo “ Dell’unico dell’alma amato oggetto” liberamente ispirato al mito di Orfeo ed Euridice. Attualmente collabora con il percussionista radicale Paolo Sanna in un progetto di ricerca timbrica e
    improvvisazione non idiomatica. Con il suo progetto solista My Problem Child affronta lo
    studio del cut-up sonoro e della ricerca noise elettronica creando spazi sonori destinati ad incontrare altri linguaggi con una particolare attenzione alla video-arte, l’installazione e il
    teatro con un sound che oscilla tra dark ambient, noise, sperimentazione elettro-acustica.
    Ha suonato tra gli altri con John Butcher,Dalila Kayros, Marcello Carro, Angelo Contini,
    Luiz Rocha, Adriano Orrù , Silvia Corda, Stefan Schmidt, Luca Santini.

    Marco Ferrazza
    Compositore e performer di musica elettroacustica, Marco Ferrazza ha realizzato diversi brani acusmatici che sono poi stati eseguiti in vari festival internazionali di musica elettroacustica, e alcuni di essi sono raccolti in CD e pubblicazioni digitali. Altro aspetto del suo lavoro è la performance, l’esecuzione musicale dal vivo, nella quale i territori della sperimentazione si allargano ulteriormente, aprendosi al live electronics e all'improvvisazione.
    Il punto di partenza della sua ricerca sonora sono sempre le registrazioni ambientali, cioè l'ampia fonte dei suoni concreti. Questi possono essere registrati in ambienti chiusi o all’aperto, in città o in luoghi naturali. La loro successiva manipolazione digitale porta spesso a costruire dei suoni che sono irriconoscibili rispetto alla fonte originaria, ma inediti dal punto di vista percettivo. Il lavoro performativo consiste quindi nell’ulteriore rielaborazione di tali materiali sonori, nel loro accostamento inedito e nella scoperta di nuove relazioni timbriche.

    ----------------------------------------------------------------

    L;ç°°ç, pseudonimo di Emanuele Balìa (pronunciato Lcc), è un musicista e artista poliedrico che mette in comunicazione diverse estetiche musicali a prescindere dal contesto di appartenenza, cercando un link tra sperimentazione e pop culture. �La sua pratica compositiva è influenzata dall’ utilizzo di diverse tecniche automatiche di generazione musicale, basate su algoritmi stocastici, caotici o di intelligenza artificiale. Il fine è quello di creare dei brevi “lotti sonori” o brani musicali, che racchiudano una forte identità musicale appartenente unicamente al metodo e istante di generazione (tempo-macchina).

  • dd7c307efab1f745-012copy.jpg

    Il 25 Ottobre alle ore 21.00 nello spazio M2 del Teatro Massimo
    ci sarà l'atto #012 della rassegna
    wE aRE iN dANGER!

    Avremo come ospiti
    TZII
    O3SIDIAN
    Roberto Follesa

    wE aRE iN dANGER è il risultato di un percorso di ricerca sonora condotto dal collettivo “Betty’s Turquoise Chain” che promuove la cultura “underground” di tipo elettronico-performativo. Nel periodo che va dal 2014 al 2018, il collettivo ha organizzato una serie di eventi nello spazio “Nuovo Panificio” nel quartiere di Villanova a Cagliari, in cui si è creata una vera e propria rete di artisti a livello internazionale.
    Nato come incontro informale tra artisti del suono, si è successivamente trasformato in un evento a cadenza casuale di sperimentazione artistica multidisciplinare (musica, arti visive e performance).

    “Sentirsi in pericolo è ormai una condizione irriducibile della nostra esistenza.
    Quindi:
    Non ci sono regole.
    Non ci sono orizzonti.
    Non ci sono limiti.
    Necessità di condurre un percorso estremo.”
    ____________
    INGRESSO GRATUITO
    ____________



    TZII
    Eric Desjeux, in arte TZII, è un compositore e film maker francese attivo sin dalla fine degli anni 90’. Ha eseguito concerti in tutta Europa, USA, Australia, Canada, Giappone, Indonesia, Africa e Sud-est Asiatico, dove ha unito l’attività concertistica a quella di ricerca musicale.
    Definito da Nyx “A mountain of multiple figures”
    Crea nel 2001 l’etichetta discografica NIGHT ON EARTH, producendo vinili e nastri.
    È un membro attivo del collettivo V-ATAK.
    Il suo obiettivo è di trascendere attraverso la ricerca sonora rendendo i suoi progetti difficilmente classificabili per genere.
    Collabora con altri progetti come Solar Skeletons, MS30, AEROBICNOISE. Inoltre collabora con compagnie di danza e produzioni cinematografiche.
    www.tzii.tk

    Roberto Follesa
    Nato a Cagliari si diploma nel Liceo Artistico Foiso Fois e prosegue i suoi studi ottenendo la laurea magistrale in Musica Elettronica presso il Conservatorio Pierluigi da Palestrina. Attivo come pittore e compositore, partecipa a diverse esposizioni ed esibizioni sia in Italia sia all’estero. Attualmente lavora nel quartiere Villanova a Cagliari.

    03SIDIAN
    Michele Uccheddu nasce nel 1982, inizia a studiare musica sin dalla giovane età, tramite lezioni di pianoforte e canto. Studia percussioni latine per quindici anni, perfezionandosi in Centro America (Lima- Managua). Nel 2017, presso il Conservatorio di Musica “G.P. Da Palestrina” di Cagliari, consegue la Laurea di primo livello in Musica Elettronica con il massimo dei voti. Nel 2018 ha conseguito il diploma in sound design presso la Novia University di Vaasa in Finlandia.

  • 1de67233c99f7e90-011-Recovered.jpg

    wE aRE iN dANGER è il risultato di un percorso di ricerca sonora condotto dal collettivo “Betty’s Turquoise Chain” che promuove la cultura “underground” di tipo elettronico-performativo. Nel periodo che va dal 2014 al 2018, il collettivo ha organizzato una serie di eventi nello spazio “Nuovo Panificio” nel quartiere di Villanova a Cagliari, in cui si è creata una vera e propria rete di artisti a livello internazionale.
    Nato come incontro informale tra artisti del suono, si è successivamente trasformato in un evento a cadenza casuale di sperimentazione artistica multidisciplinare (musica, arti visive e performance).
    Per la nuova serie di eventi programmati per l’autunno del 2018, il collettivo “Betty’s Turquoise Chain” decide di affrontare una nuova sfida e una nuova prospettiva di crescita entrando a fare parte del circuito 10NODI grazie ad un accordo di partnership con Sardegna Teatro e l’associazione Spazio Musica.
    In occasione del Festival Spazio Musica 2018, wE aRE iN dANGER partecipa come partner e co- produttore per la programmazione degli eventi che si terranno il 6 Ottobre (co-produzione con il festival Spazio Musica), 25 Ottobre e in conclusione il 6 Dicembre.
    Verranno presentati vari progetti di artisti locali e non, attivi a livello internazionale.
    Per la prima volta, a far da scenario per tutta la rassegna sarà lo spazio M2 del Teatro Massimo di Cagliari.
    wE aRE iN dANGER scaturisce da una riflessione sulla condizione attuale degli artisti e degli spazi dedicati alla musica sperimentale, elettroacustica e noise proveniente dai circuiti non convenzionali. Abbiamo scelto il tema del pericolo per mettere in risalto la condizione attuale dell’artista, dando un’accezione positiva al termine “pericolo”, identificandolo come elemento generativo e motivazionale, che spinge verso una ricerca costante di soluzioni sempre nuove.
    Un’altra fonte d’ispirazione arrivò sfortunatamente dall’incendio della GhostShip di Oakland del dicembre del 2016, dove morirono 36 musicisti elettronici/noise in un ex magazzino adibito a spazio alternativo per la musica sperimentale elettronica.
    Da questo episodio scaturì il manifesto della manifestazione:

    “Sentirsi in pericolo è ormai una condizione irriducibile della nostra esistenza.
    Quindi:
    Non ci sono regole.
    Non ci sono orizzonti.
    Non ci sono limiti.
    Necessità di condurre un percorso estremo.”

    Elio Martusciello & SEC_ (6 Ottobre, ore 19.30 M2)
    «Sviluppare l'ascolto significa mettere in discussione se stessi, decostruire la propria prospettiva d'ascolto, dilatare il proprio orizzonte spazio-temporale. L'orecchio si configura come il “senso” dell'ospitalità e dell'accoglienza, strumento dell'apertura e della “trascendenza”. Ecco che la pratica dell'improvvisazione con le sue implicazioni sociali, la sua capacità di produrre comunità si connette e partecipa alla stessa filosofia dell'accoglienza che sottintende la dimensione dell'ascolto e dunque dell'orecchio».


    ELIO MARTUSCIELLO
    Elio Martusciello (Napoli, 1959) è un musicista, compositore e docente di musica elettronica ed elettroacustica. Considerato tra i massimi esponenti italiani della musica sperimentale, da anni rivolge la sua ricerca ad un’attenta analisi del suono e delle sue relazioni con lo spazio, il tempo e l’individuo.
    Membro fondatore del trio di improvvisazione elettro-acustica Ossatura, insegna musica elettronica al Conservatorio di Napoli San Pietro a Majella, dove si concentra, tra l’altro, sull’inclusione di diverse esprienze musicali attraverso la pratica della “conduction” dell’orchestra Officina Arti Soniche.
    Ha presentato lavori al GRM (Parigi), al Synthèse (Bourges), all' HenieOnstadArts Centre (Oslo), al PANaroma (São Paolo do Brasil) e ha collaborato con musicisti e compositori sperimentali quali: AlvinCurran, Thomas Lehn, Jerome Noetinger e vari altri.
    https://eliomartusciello.bandcamp.com/

    SEC_
    SEC_ è uno dei nuovi talenti della musica elettroacustica italiana. Improvvisatore e compositore, cerca di portare la “musica concreta” in una nuova dimensione, vicina tanto all’elettronica da club quanto alla ricerca sui dispositivi in feedback. Il suo strumento principale è il registratore a bobine Revox, che usa per manipolare e deformare i materiali sonori, creando incastri imprevedibili e grotteschi, ricchi di tagli, esplosioni e suoni profondi. Oltrepassando continuamente i confini tra analogico e digitale, strutturato ed improvvisato, narrativo e astratto, SEC_ è piuttosto interessato alla relazione tra “fisicità del suono” (e della sua produzione) e qualcosa che potremmo forse ancora chiamare “musicalità”.
    Ha all’attivo cinque dischi in solo e numerose collaborazioni, tra cui Jerome Noetinger, Aspec(t) (duo con Mario Gabola), Ritorna (con Valerio Tricoli), Dave Phillips, Ken Vandermark (Rara Avis band), Olivier Di Placido, Dario Sanfilippo, Michel Doneda, Andy Guhl...
    Ha suonato in tutta Europa e negli USA. Il suo pezzo “Outflow” è stato premiato al PIARS Sonic Arts Awards nel 2013.
    www.toxorecords.com/sec_
    Quello tra Elio Martusciello e SEC_ è un rapporto ormai consolidato, fatto di discussioni, confronti e ascolti, ma che non si è mai materializzato nel suonare insieme. Grazie all’invito di We Are in Danger, i due hanno finalmente trovato l’occasione per portare i loro rispettivi discorsi artistici, accomunati dalla ricerca sonora e da una sorta di “strumentismo deviato” (la chitarra per il primo, il registratore a nastro per il secondo), sul piano concreto della musica “che si fa insieme”. Una musica improvvisata, ovvero mai data, sempre da farsi e rifarsi, ogni volta diversa, ogni volta nuova.
    _____________________

    E.A.Perra - "Sole Celeste (Heavenly Sky)" è un progetto elettroacustico basato sulla poesia di Amelia Rosselli che viene recitata da una voce teatrale, questa è stata reinterpretala in un contesto musicale sonico che ha come riferimento la "Resistenza dinamica"” e l'elasticità che si applica sia materiali solidi che a quelli fluidi.
    In un contesto sociale, ricorda alcune storie ancestrali della Sardegna come in una cornice sonora all'interno della quale si narrano storie ordinarie ma non per questo meno straordinarie.

  • 4e5d6d709daf5fb9-010.jpg

    Betty's Turquoise Chain è felice di presentare:

    EXP-OFF#010
    wE aRE iN dANGER!!!

    ͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇̿̿̿̿ ͇͇̿ ͇͇͇͇͇͇͇͇͇̿̿̿̿̿̿ ͇͇͇͇͇͇̿̿̿̿ ͇͇͇͇͇͇̿̿̿̿ ͇͇͇̿̿ ͇͇͇̿̿ ͇͇͇̿̿ ͇͇͇͇͇͇̿̿̿̿ ͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇̿̿̿̿̿̿̿̿̿̿ ͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇̿̿̿̿ ͇͇̿ ͇͇͇͇͇͇͇͇͇̿̿̿̿̿̿ ͇͇͇͇͇͇̿̿̿̿ ͇͇͇͇͇͇̿̿̿̿ ͇͇͇̿̿ ͇͇͇̿̿ ͇͇͇̿̿ ͇͇͇͇͇͇̿̿̿̿ ͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇̿̿̿̿̿̿̿̿̿̿ ͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇̿̿̿̿ ͇͇̿ ͇͇͇͇͇͇͇͇͇̿̿̿̿̿̿ ͇͇͇͇͇͇̿̿̿̿ ͇͇͇͇͇͇̿̿̿̿ ͇͇͇̿̿ ͇͇͇̿̿ ͇͇͇̿̿ ͇͇͇͇͇͇̿̿̿̿ ͇͇͇͇̿̿. ͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇̿̿̿̿̿̿ ͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇̿̿̿̿ ͇͇̿ ͇͇͇͇͇͇͇͇͇̿̿̿̿̿̿ ͇͇͇͇͇͇̿̿̿̿ ͇͇͇͇͇͇̿̿̿̿ ͇͇͇̿̿ ͇͇͇̿̿ ͇͇͇̿̿ ͇͇͇͇͇͇̿̿̿̿ ͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇̿̿̿̿̿̿̿̿̿̿ ͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇̿̿̿̿ ͇͇̿ ͇͇͇͇͇͇͇͇͇̿̿̿̿̿̿ ͇͇͇͇͇͇̿̿̿̿ ͇͇͇͇͇͇̿̿̿̿ ͇͇͇̿̿ ͇͇͇̿̿ ͇͇͇̿̿ ͇͇͇͇͇͇̿̿̿̿ ͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇̿̿̿̿̿̿̿̿̿̿ ͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇̿̿̿̿ ͇͇̿ ͇͇͇͇͇͇͇͇͇̿̿̿̿̿̿ ͇͇͇͇͇͇̿̿̿̿ ͇͇͇͇͇͇̿̿̿̿ ͇͇͇̿̿ ͇͇͇̿̿ ͇͇͇̿̿ ͇͇͇͇͇͇̿̿̿̿ ͇͇͇͇̿̿. ͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇̿̿̿̿̿̿ ͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇̿̿̿̿ ͇͇̿ ͇͇͇͇͇͇͇͇͇̿̿̿̿̿̿ ͇͇͇͇͇͇̿̿̿̿ ͇͇͇͇͇͇̿̿̿̿ ͇͇͇̿̿ ͇͇͇̿̿ ͇͇͇̿̿ ͇͇͇͇͇͇̿̿̿̿ ͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇̿̿̿̿̿̿̿̿̿̿ ͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇̿̿̿̿ ͇͇̿




    EXP-OFF è una rassegna di concerti curati da Betty's Turquoise Chain all'insegna dell'esplorazione sonora, della performance e della visione.
    Abbiamo deciso in maniera definitiva che questa serie di appuntamenti si chiama wE aRE iN dANGER!!!
    Sentirsi in pericolo è ormai una condizione irriducibile della nostra esistenza.
    Quindi:
    Non ci sono regole.
    Non ci sono orizzonti.
    Non ci sono limiti.
    Necessità di condurre un percorso estremo.

    Programma:

    JAVA DELLE (DE)
    Artista e musicista tedesco.
    Parte dal punk per arrivare all'harsh noise.
    Dopo l'entusiasmante performance dell'anno scorso ritorna con ancora più energia per scardinare questo forse ultimo wE aRE iN dANGER! al Nuovo Panificio
    __________________

    ARMANDO
    Nome proprio di persona.
    Si proprio così, lo stanno facendo davvero.

    Progetto nucleare pronto a spiazzare tutti.
    __________________

    MANTARAFFU djset
    Per chiudere in total relax.


    Vi chiediamo la massima puntualità.

    Ringraziamenti speciali a Studiostudio.
    Organizzato con la collaborazione di Associazione Ouroboros

  • 9666e844e88ea6a2-009.jpg

    Betty's Turquoise Chain è felice di presentare:

    EXP-OFF#009
    wE aRE iN dANGER!!!

    ͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇̿̿̿̿ ͇͇̿ ͇͇͇͇͇͇͇͇͇̿̿̿̿̿̿ ͇͇͇͇͇͇̿̿̿̿ ͇͇͇͇͇͇̿̿̿̿ ͇͇͇̿̿ ͇͇͇̿̿ ͇͇͇̿̿ ͇͇͇͇͇͇̿̿̿̿ ͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇̿̿̿̿̿̿̿̿̿̿ ͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇̿̿̿̿ ͇͇̿ ͇͇͇͇͇͇͇͇͇̿̿̿̿̿̿ ͇͇͇͇͇͇̿̿̿̿ ͇͇͇͇͇͇̿̿̿̿ ͇͇͇̿̿ ͇͇͇̿̿ ͇͇͇̿̿ ͇͇͇͇͇͇̿̿̿̿ ͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇̿̿̿̿̿̿̿̿̿̿ ͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇̿̿̿̿ ͇͇̿ ͇͇͇͇͇͇͇͇͇̿̿̿̿̿̿ ͇͇͇͇͇͇̿̿̿̿ ͇͇͇͇͇͇̿̿̿̿ ͇͇͇̿̿ ͇͇͇̿̿ ͇͇͇̿̿ ͇͇͇͇͇͇̿̿̿̿ ͇͇͇͇̿̿. ͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇̿̿̿̿̿̿ ͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇̿̿̿̿ ͇͇̿ ͇͇͇͇͇͇͇͇͇̿̿̿̿̿̿ ͇͇͇͇͇͇̿̿̿̿ ͇͇͇͇͇͇̿̿̿̿ ͇͇͇̿̿ ͇͇͇̿̿ ͇͇͇̿̿ ͇͇͇͇͇͇̿̿̿̿ ͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇̿̿̿̿̿̿̿̿̿̿ ͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇̿̿̿̿ ͇͇̿ ͇͇͇͇͇͇͇͇͇̿̿̿̿̿̿ ͇͇͇͇͇͇̿̿̿̿ ͇͇͇͇͇͇̿̿̿̿ ͇͇͇̿̿ ͇͇͇̿̿ ͇͇͇̿̿ ͇͇͇͇͇͇̿̿̿̿ ͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇̿̿̿̿̿̿̿̿̿̿ ͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇̿̿̿̿ ͇͇̿ ͇͇͇͇͇͇͇͇͇̿̿̿̿̿̿ ͇͇͇͇͇͇̿̿̿̿ ͇͇͇͇͇͇̿̿̿̿ ͇͇͇̿̿ ͇͇͇̿̿ ͇͇͇̿̿ ͇͇͇͇͇͇̿̿̿̿ ͇͇͇͇̿̿. ͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇̿̿̿̿̿̿ ͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇̿̿̿̿ ͇͇̿ ͇͇͇͇͇͇͇͇͇̿̿̿̿̿̿ ͇͇͇͇͇͇̿̿̿̿ ͇͇͇͇͇͇̿̿̿̿ ͇͇͇̿̿ ͇͇͇̿̿ ͇͇͇̿̿ ͇͇͇͇͇͇̿̿̿̿ ͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇̿̿̿̿̿̿̿̿̿̿ ͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇͇̿̿̿̿ ͇͇̿




    EXP-OFF è una rassegna di concerti curati da Betty's Turquoise Chain all'insegna dell'esplorazione sonora, della performance e della visione.
    Abbiamo deciso in maniera definitiva che questa serie di appuntamenti si chiama wE aRE iN dANGER!!!
    Sentirsi in pericolo è ormai una condizione irriducibile della nostra esistenza.
    Quindi:
    Non ci sono regole.
    Non ci sono orizzonti.
    Non ci sono limiti.
    Necessità di condurre un percorso estremo.

    Programma:

    MEANSTREETZ (Los Angeles, USA)
    MMz is a multimedia artist with work both seeding new genres, and reaping the fallen fruit of old ones. As such, his non-traditional craft swears allegiance to none. His atonal music, sculpture, video, painting, and dress rarely appear in the singular, most often materializing in a tangle of synaesthesia.
    http://mikemeanstreetz.tumblr.com/bio
    https://mikemeanstreetz.bandcamp.com/

    NOIZELiz TRIO
    Elisabetta Saiu è un action performer riconosciuta a livello internazionale. Ha iniziato recentemente un percorso di ricerca con il suono e lo spazio. Non crea musica ma genera rumori random. Cosa succede quando un artista visivo crea suoni e interagisce con dei musicisti? Tutto può essere gradevole e ascoltabile come ripugnante e incongruo. Dipende dal caso. Creare lo spazio, spostare lo spazio fisico e il suono diventa oggetto concreto.

    DKDC
    Un esperimento di voci sincopate, ritmi estenuanti e tessiture ipnotiche.

    Vi chiediamo la massima puntualità.

    Ringraziamenti speciali a Studiostudio.
    Organizzato con la collaborazione di Associazione Ouroboros

  • dd94171575e87d12-008.jpg

    Betty's Turquoise Chain è felice di presentare:

    EXP-OFF#008
    wE aRE iN dANGER!!!

    EXP-OFF è una rassegna di concerti curati da Betty's Turquoise Chain all'insegna dell'esplorazione sonora, della performance e della visione.
    Abbiamo deciso in maniera definitiva che questa serie di appuntamenti si chiama wE aRE iN dANGER!!!
    Sentirsi in pericolo è ormai una condizione irriducibile della nostra esistenza.
    Quindi:
    Non ci sono regole.
    Non ci sono orizzonti.
    Non ci sono limiti.
    Necessità di condurre un percorso estremo.

    Programma:

    Per la prima volta avremo il programma che si svolgera in due tempi e due location differenti: Il Nuovo Panificio dalle 18.00 alle 20.45 e al Muzak dalle 21.00.
    Gli orari verranno rispettati in maniera tassativa:

    I ACT---> Nuovo Panificio dalle 18.00 (apertura porte)

    _ore 18.30: MIRA I/CCCXXXI
    _ore 19.15: E. A. Perra
    _ore 19.45 Franz Rosati (AudioVisual performance)

    II ACT---> Muzak dalle 21.00

    _ore 21.30: NOISE OF TROUBLE

    __________________________________

    Info programma:

    ore 18.30 ---> NUOVO PANIFICIO
    MIRA
    I / XXXCCCII

    Mira, la prima delle stelle variabili ad esser stata osservata, ha la caratteristica di scomparire alla vista ad occhio nudo e di pulsare, espandendo e contraendo il suo strato superficiale, con una periodicità di 332 giorni.

    Giorno 1. Due esploratori iniziano il loro viaggio verso la costellazione Ceti.

    L’improvvisazione visuale e sonora, nella coesione tra forme geometriche e musicali, genera dimensioni spazio-temporali, testimonianze del passaggio in pianeti sconosciuti il cui incontro rivela paesaggi familiari seppur mai visti prima. I sensi riconoscono elementi appartenenti al proprio mondo pur non capendone la provenienza.
    ---
    ore 19.15 ---> NUOVO PANIFICIO
    E.A. Perra
    A landscape
    Composizione basata essenzialmente sul reale vissuto di un singolo oggetto sonoro e conseguentemente di una collettività.
    ---
    ore 19.45 ---> NUOVO PANIFICIO
    FRANZ ROSATI
    Sound/Digital Artist, orientato verso una commistione liminale tra ambient, industrial, noise e contemporanea.
    I tratti principali della sua produzione risiedono nella costruzione di crescendo tensivi, gradienti timbrici e dinamici opposti a
    interruzioni improvvise e percussioni lente, profonde e potenti. Videoproiezioni in 3D e superfici di
    luce Laser giocano un ruolo fondamentale durante i concerti live, creando un livello di fruizione parallelo
    rispetto a quello sonoro e strettamente connesso con il suono.
    http://www.franzrosati.com/
    https://vimeo.com/200169562
    ----
    ore 21.30 ---> MUZAK
    NOISE OF TROUBLE

    Marco Colonna : sax baritono, elettronica
    Luca Corrado : basso elettrico
    Cristian Lombardi : Batteria

    10 anni di storia, fra rock, free jazz, impegno politico. Il varo del gruppo sul palco della manifestazione per i dieci anni da GENOVA 2001. Decine i concerti, molteplici collaborazioni con registi, fotografi, visual e artisti transculturali. Lavori dedicati a Carlo Giuliani e Vittorio Arrigoni. L'esordio è DISTOPIA pubblicato da Brigadisco Records, poi seguono le autoproduzioni assunte a manifesto di indipendenza e autonomia. L'ultimo documento discografico testimonia il Live nel mitico club Area Sismica a Rivaldino in Monte, Live di presentazione del lavoro Flowers of resistance pubblicato dalla chicagoana Lurker Bias. già trasmesso dalla trasmissione Battiti di Radio Tre.
    http://www.noiseoftrouble.joomlafree.it/

    Vi chiediamo la massima puntualità.
    Organizzato con la collaborazione di Associazione Ouroboros

  • 9fda2c2beaae9bd1-007.jpg

    Betty's Turquoise Chain è felice di presentare:

    EXP-OFF#007
    wE aRE iN dANGER!!!

    EXP-OFF è una rassegna di concerti curati da Betty's Turquoise Chain all'insegna dell'esplorazione sonora, della performance e della visione.
    Abbiamo deciso in maniera definitiva che questa serie di appuntamenti si chiama wE aRE iN dANGER!!!
    Sentirsi in pericolo è ormai una condizione irriducibile della nostra esistenza.
    Quindi:
    Non ci sono regole.
    Non ci sono orizzonti.
    Non ci sono limiti.
    Necessità di condurre un percorso estremo.

    Programma:

    _MiniKin Synth release act, by ERRORELECTRONICS

    _Giacomo Salis solo
    https://www.youtube.com/watch?v=qmv91S955kg

    _Filippo Mereu, Roberto Follesa duo

    a disposizione bevande e prelibatezze
    Organizzato con la collaborazione di Associazione Ouroboros

    info programma:

    _Minikin Release Act
    MiniKin è il nuovo synth prodotto dalla ErrorElectronics, casa di produzione Cagliaritana.
    Verrà dedicata una parentesi performativa nella quale verranno illustrate le peculiarità di questo ricco strumento.
    Parteciperanno:
    Neeva, TTMF, Stefano Manconi e ~dac.

    _Giacomo Salis

    Batterista e percussionista, da qualche tempo affronta lo studio del cut- up sonoro e della ricerca noise elettronica.
    Da sempre interessato al rapporto musica-immagine, da vita al progetto Lady Radiator, con cui sonorizza il primo lungometraggio di David Lynch “Eraserhead”, che viene presentato in vari festival tra cui “Signal”, “Solo il mio nero” e “L’ immagine del suono”.
    Nell’ottobre 2013 i Lady Radiator sono tra i 5 finalisti all’Ozu Short Tracks, concorso di sonorizzazione di cortometraggi capolavori dell'epoca del muto.
    Con il progetto solista My Problem Child crea spazi sonori destinati ad incontrare altri linguaggi con una particolare attenzione alla video-arte, l’installazione e il teatro con un sound che oscilla tra dark ambient, noise, sperimentazione elettro-acustica.
    Per il teatro cura le musiche dell’esito scenico di Caterina Ghidini dal titolo “ Dell’unico dell’alma amato oggetto” liberamente ispirato al mito di Orfeo ed Euridice.
    Ha collaborato inoltre con il regista messicano Eduardo Mayorga in alcuni suoi lavori quali “All Good Artists Go To Hell”, “The Role Of Fear – From Crime To Art – Chapter I”, The Role Of Fear – Let Jesus Fuck You! – Chapter II.
    Ha curato le musiche del cortometraggio “l’Autobus” di Giovanni Columbu, e del corto “Welcome Home” di Jule Körperich.
    Attualmente collabora con il percussionista radicale Paolo Sanna in un progetto di ricerca timbrica e improvvisazione non idiomatica.

    _Filippo Mereu e Roberto Follesa duo
    La ricerca di Mereu e Follesa nasce dalla decostruzione e dalla decontestualizzazione della “musica di consumo”.
    La musica defluisce tra vuoti, fratture, scarti e discontinuità gestuali; masse armoniche creano tensioni e distensioni/distorsioni temporali, collassano e/o si sfibrano lasciando spazio a dilatazioni tessiturali, micro-suoni o fasi di totale stasi musicale.
    Tutti questi elementi e la loro interazione fanno da “struttura” al
    complesso sonoro.

  • ce4ef6f65ea2a93e-006.jpg
    https://www.facebook.com/events/129068081179215

    Betty's Turquoise Chain è felice di presentare:

    EXP-OFF#006
    wE aRE iN dANGER!!!

    EXP-OFF è una rassegna di concerti curati da Betty's Turquoise Chain all'insegna dell'esplorazione sonora, della performance e della visione.
    Abbiamo deciso in maniera definitiva che questa serie di appuntamenti si chiama wE aRE iN dANGER!!!
    Sentirsi in pericolo è ormai una condizione irriducibile della nostra esistenza.
    Quindi:
    Non ci sono regole.
    Non ci sono orizzonti.
    Non ci sono limiti.
    Necessità di condurre un percorso estremo.

    Avremo come ospiti:

    DALILA KAYROS
    http://dalilakayros.com/

    ~EMB
    http://www.facebook.com/̃emb-786977208119288/

    (: FAKKINE :)
    ....a sorpresa

    + DJ INVISIBLE

    a disposizione bevande e prelibatezze
    Organizzato con la collaborazione di Associazione Ouroboros
  • e0772ea2d27b7574-005.jpg

    https://www.facebook.com/events/1880549452230005

    Betty's Turquoise Chain è felice di presentare:

    EXP-OFF#005
    wE aRE iN dANGER!!!

    EXP-OFF è una rassegna di concerti curati da Betty's Turquoise Chain all'insegna dell'esplorazione sonora, della performance e della visione.
    Abbiamo deciso in maniera definitiva che questa serie di appuntamenti si chiama wE aRE iN dANGER!!!
    Sentirsi in pericolo è ormai una condizione irriducibile della nostra esistenza.
    Quindi:
    Non ci sono regole.
    Non ci sono orizzonti.
    Non ci sono limiti.
    Necessità di condurre un percorso estremo.

    Avremo come ospiti:

    Mauro Medda/Massimo Olla

    NoizeLiz/Henning Frimann

    Room 13

    a disposizione bevande e prelibatezze

    Mauro Medda e Massimo Olla duo ė un progetto elettroacustico nato nel 2016. Un mix impro tra free jazz e paesaggi sonori post industriali. I suoni di Medda spaziano intorno alla tromba filtrata e processata in tempo reale, che si interlaccia agli strumenti handmade suonati, processati e costruiti da Olla.

    _______________________________________

    NoizeLiz Henning Frimann
    Noise shamans:
    Elisabetta Saiu
    Henning Frimann
    Suoni e rumori prodotti dalle sculture sonore di HF e dall'elettronica rumorista di ES, creata con [d]ronin, vari giocattoli e pedali. Pubblico, pareti e natura suggeriscono il dialogo sonoro e musicale. Tempi di spazi pieni e vuoti, silenzi, melodie visionariee appici di puro rumore.
    ________________________________________

    Room 13
    Andrea Scalas
    Selezioni ispirate principalmente dal metodo della musica concreta come loop ricavati da nastri, manipolazioni del suono. Ricostruzione di testure sonore di musiche conosciute attraverso processi di astrazione non idiomatici.

  • a7718aa84dd19de6-0044.jpg

    https://www.facebook.com/events/237837140012125/

    Betty's Turquoise Chain è felice di presentare:

    EXP-OFF#004
    wE aRE iN dANGER!!!

    EXP-OFF è una rassegna di concerti curati da Betty's Turquoise Chain all'insegna dell'esplorazione sonora, della performance e della visione.
    Abbiamo deciso in maniera definitiva che questa serie di appuntamenti si chiama wE aRE iN dANGER!!!
    Sentirsi in pericolo è ormai una condizione irriducibile della nostra esistenza.
    Quindi:
    Non ci sono regole.
    Non ci sono orizzonti.
    Non ci sono limiti.
    Necessità di condurre un percorso estremo.

    Avremo come ospiti:

    SPACE MEMORY

    MAKIKA

    XOVER

    DIARÎ

    +dj Invisible

    a disposizione bevande e prelibatezze

    SPACE MEMORY:
    Fabrizio Casti suoni elettronici
    Roberto Zanata video
    Tutto è immerso in uno spazio sensibile, dove i piani scivolano, i contorni vibrano, i corpi sembrano sfumare, equilibri che un niente può spezzare, spazio che si riforma man mano che lo si ascolta, lo si sguarda, lo si annusa, lo si tocca.
    Come dire di questi suoni che respirano, che ansimano? Di questo spazio senza peso, senza forza, senza ombra?
    Qualcosa che dipende da come ci si muove dentro, da come ci si sposta, da come si reagisce, si diventa parte attiva nella stratificazione di questo spazio, invadendolo di naturalezza e consequenzialità.
    Si diventa dispositivo musicale che innesca espressività altre, pensieri altri. Poi il silenzio, i rumori, le tensioni, i passi, l'aria, i respiri, il fiato e poi ancora … le parole, in modo sempre uguale, sempre simile e sempre diverso.
    _____________________________________________________

    MAKIKA
    Makika è un progetto musicale di Carlo Spiga, che esplora le sonorità ruvide del Folk con un repertorio che include brani tradizionali della Sardegna, Georgia, Africa e Siberia, con qualche incursione nella musica europea contemporanea.
    Lo stile musicale è molto influenzato dalle espressioni più arcaiche della musica, con un largo uso di strutture ritmiche circolari, come delle danze, e l’uso quasi esclusivo della tecnica vocale gutturale, di ispirazione sardo-siberiana.
    Nel 2015 Makika partecipa al primo festival internazionale di canto gutturale svoltosi a Kyzyl, Repubblica di Tuva, Russia.

    Saranno disponibili delle copie in tiratura limitata della prima Demo di Makika, e alcune T-Shirt serigrafate a mano prodotte da Serio Collective per Makika Clothing.
    https://www.facebook.com/media/set/?set=a.422708864744013.1073741830.204329173248651&type=1&l=0031f74b03
    https://soundcloud.com/maki_ka
    https://www.youtube.com/watch?v=xJdueciABbw
    _____________________________________________________

    DIARÎ
    (Andrea Mura, Carlo Spiga)

    Il progetto audio-visivo DIARÎ è nato dall’unione di raccolte di materiale vario, suggestioni e impressioni fuggevoli, accumulatesi negli anni negli Hard Disk e nella Memoria. Si tratta di immagini, musiche, suoni, raccolti o rubati in viaggio con il cellulare, registratori di fortuna, in generale, con tecnologia a bassa fedeltà.
    Sono appunti o spunti per opere che forse non realizzeremo mai, ma che hanno trovato un loro senso e una forma in diarî. Sono rappresentazioni di momenti poetici che a volte la realtà ci pone di fronte inaspettatamente e che rivelano il mistero del quotidiano caos. Immagini e suoni, si incontrano in DIARÎ, dando nuovi sensi, lasciando a chi le guarda ampi spazi di interpretazione.

    Andrea Mura (Cagliari, 1980) filmaker, diplomato al Centro Sperimentale di Cinematografia, sezione documentari e docu-fiction, e laureato in Filosofia.
    L’opera di Andrea Mura spesso si concentra sulle tradizioni popolari, vicine e lontane, che trovano spesso spazio nelle sue opere con un’attenzione alle contaminazioni con la contemporaneità e all’emergere di nuove prospettive.
    Ha realizzato come regista, operatore e montatore vari film documentari, cortometraggi e spot pubblicitari. Dal 2014 cura la direzione artistica del Sole Luna Doc Film Festival che si svolge a Palermo e a Treviso.
    _____________________________________________________

    XOVER
    Il progetto XOVER è una performance audiovisiva eseguita da Danilo Casti (Assemini, Italia) e Travis McCoy Fuller (Boston, USA).
    Xover arriva dalla necessità di far incrociare i percorsi di ricerca musicale miscelando suoni di origine digitale e analogica, passando dalla programmazione all’elettronica analogica DIY, passando dalla
    forma non idiomatica e alla sua negazione, all’oggetto sonoro più astratto.
    Procedendo su tre diversi piani percettivi (sonoro, visivo e tattile), la struttura si completa istante per
    istante, decostruendo la percezione temporale, attraversando nuovi spazi sonori sovrapposti da testure
    visive.

    promo videos:
    https://vimeo.com/194863873
    https://vimeo.com/188982845
    https://vimeo.com/album/3038836

    live performance video:
    http://ms.stubnitz.com/content/xover-it
    http://youtu.be/QfqhZ7jhQDQ?list=PL4rqhtK8Zy_weUg8pDH4CnC-X_Ic2F9D7
    https://www.youtube.com/playlist?list=PL4rqhtK8Zy_weUg8pDH4CnC-X_Ic2F9D7

    website:
    www.danilocasti.com/xover

    facebook:
    https://www.facebook.com/xoveronacebook/

    tour:
    http://www.danilocasti.com/events